Juventus, è fatta per Higuain

Alla fine è successo: Gonzalo Higuain sarà un calciatore della Juventus. La trattativa sembrava essersi raffreddata negli ultimi giorni, e la notizia di stamattina ha destato clamore.
E' stato proprio il Pipita a voler accelerare la trattativa per evitare di tornare a Dimaro dove era atteso lunedì. Visite mediche in mattinata a Madrid e firma a momenti sulla base di 7,5 milioni a stagione per 4 anni. La società bianconera si è insomma decisa a pagare tutta la clausola di quasi 95 milioni al Napoli investendo gran parte del denaro che arriverà dall'ormai vicinissima cessione di Pogba allo United. 
Un affare del genere non può che far parlare e suscitare diverse reazioni; molti tifosi bianconeri si staranno già leccando i baffi, dal momento che con l'innesto di Higuain la Juve sembra aver vinto il campionato prima ancora del suo inizio. Ma nel calcio, si sa, non bisogna mai dare niente per scontato (vedi il Leicester di Ranieri), e aspettiamo almeno le prossime mosse di mercato di Roma e Napoli per lanciare verdetti lapidari. Certo è che finora il gap tra Juve e concorrenti italiane si sta allargando di giorno in giorno, e sarebbe accaduto anche senza l'affare Higuain. Infatti non è per vincere il sesto, storico, scudetto consecutivo che Agnelli ha voluto l'attaccante; si punta alla Champions, e si punta forte.
A ben la vedere la BBBC, lo zoccolo duro della Juventus, ha ancora pochi anni di longevità e la dirigenza vuole conquistare la coppa dalle grandi orecchie fintanto che la difesa resti questa. Ecco quindi il motivo di un esborso così imponente per l'attaccante che promette ai bianconeri un ulteriore salto di qualità.
Ci sono comunque gli scettici: Higuain finora non è mai stato veramente decisivo in Europa ed ha già quasi 29 anni; ci si domanda pertanto se sia stata la scelta giusta investire così tanto su un unico giocatore non più giovanissimo. E c'è anche chi pensa sarebbe stato più logico provare a rilanciare per Morata, lui sì incisivo in Champions.
Dubbiosi a parte, la Juventus ha piazzato uno dei colpi più importanti della storia della serie A, e la squadra di Allegri sembra ormai inarrestabile.

A cura di Gabriele Santese
seguiteci anche su facebook In contropiede