Insigne scuote il Napoli e lo porta ai quarti di coppa Italia

Vista per voi

La coppa Italia di quest'anno si rivela ostica e non fa sconti neanche alle squadre più forti. Se il Pordenone ha battuto il Cagliari e messo alle strette l'Inter, anche l'Udinese fa sudare la qualificazione al Napoli, certamente più quotato.

Sarri per una volta sceglie un massiccio turnover che coinvolge Sepe, Giaccherini, Maksimovic e Rog al posto di Allan, Reina, Insigne e Raul Albiol e con la sorpresa Ounas proposto come falso nove in luogo di Mertens. Oddo infarcisce la squadra di seconde linee con ben 6 cambi rispetto alla trasferta vincente a San Siro. Il suo 5-4-1 è però incredibilmente compatto, nonostante i giocatori non siano molto abituati a giocare insieme. I bianconeri riescono a trovare un sistema di uscite difensive che non concede spazi ai padroni di casa. La linea di centrocampo è stretta sia a quella difensiva, ma anche in ampiezza e addirittura a marcare le mezzali sono Matos e Jankto, i due esterni; Pezzella e Larsen sono quindi deputati a seguire i terzini avversari, mentre gli attaccanti del Napoli sono affidati ai 3 difensori centrali che però ricevono costante aiuto in raddoppio.
Posizioni medie Udinese in fase di non possesso palla: si notino gli esterni di centrocampo, i numeri 14 e 7, molto stretti(screenshot dal sito della Serie A TIM)
In questo modo per i partenopei gli spazi sono intasati e la circolazione di palla è difficoltosa. I friulani poi, come fatto già contro l'Inter, non rinunciano a ripartire, se possono, e tentano di evitare il pressing del Napoli con dei precisi cambi di campo che portano a ripartenze potenzialmente pericolose. Di contro gli azzurri mantengono un netto predominio territoriale grazie soprattutto a un pressing asfissiante che consente ai bianconeri assai raramente la giocata precisa sulle punte o gli esterni. La migliore occasione per i padroni di casa viene originata proprio da un'intensa pressione e un filtrante di Zielinski per Callejon che però spreca davanti al portiere.
Sul finale di tempo si fa vedere anche Ounas che scheggia solamente il palo da buona posizione. Nella ripresa Sarri non attende molto prima di mettere in campo i titolari per sbloccare il risultato. Con Mertens e Insigne in campo, il Napoli cambia marcia e il gioco si fa più rapido e imprevedibile e le maglie della difesa friulana fatalmente si allargano. Di reali parate Scuffet non ne deve fare perché il pacchetto arretrato regge bene all'urto, ma poi, come nel primo tempo, è letale un pallone perso a centrocampo: con i giocatori ospiti già proiettati in fase d'attacco Mertens si invola verso la porta e trova il varco per Insigne che trova l'angolino con un diagonale mancino. Così il match, pur con molte difficoltà, viene sbloccato. E da lì la partita è in discesa nonostante il cambio di Oddo che prova a mettere in campo un Lasagna in gran forma(3 gol nelle ultime 3 giornate di campionato). Il Napoli conduce in porto la vittoria e la qualificazione, andando peraltro anche vicino al raddoppio con Mertens, a seguito di uno scambio stretto con Insigne. Come in campionato, anche in coppa Italia la sfida se la aggiudicano, di misura, i partenopei. Per oltre un tempo, il Napoli non è stato brillante e la partita è cambiata solo quando sono entrati Insigne e Mertens che immediatamente si sono trovati a vicenda, di prima e in velocità. Le seconde linee in campo hanno invece stentato giocando sempre con un tocco di troppo e non osando mai un dribbling o un inserimento.
Male Giaccherini, totalmente abulico sulla destra, un po' meglio Ounas che però non ha né le movenze, né le caratteristiche di Callejon. Ma ha delle qualità da sfruttare; se solo fatto messo in condizione di integrarsi con la squadra.

Tabellino e pagelle

Napoli 1-0 Udinese: 71' Insigne
Napoli(4-3-3): Sepe 6; Maggio 5,5, Maksimovic 5,5, Koulibaly 6,5, Hysai 6; Rog 5,5, Jorginho 6, Zielinski 6,5; Giaccherini 5(58' Insigne 7), Callejon 5,5(58' Mertens 6,5), Ounas 5,5(76' Allan s.v.); Sarri 5,5
Udinese(5-4-1): Scuffet 6; Stryger Larsen 6,5, Danilo 6,5, Nuytnick 6,5, Bochniewicz 6, Pezzella 6,5(70' Widmer 5,5); Jankto 5(46' De Paul 5,5), Balic 5,5, Halfredsson 6, Matos 6(79' Lasagna s.v.); Bajic 5; Oddo 5,5